"I Dioscuri"

XI  Festival "I Dioscuri"
16-17-18 nov 2018
1° - SOTSKY Alexander
2° - SANTAGATI Alessandro
3° - PENNICA Andrea

X  Festival "I Dioscuri"
10-11-12 novembre 2017
1° - GROMOVS Sergejs
2° - CULLE' Salvatore
3° - RUOPPOLO Alfonso

IX Festival "I Dioscuri"
26 - 27 - 28 agosto 2016
1° - VUELBAN Virgilio
2° -SIGNORELLI Gaetano
3° -BIFULCO Michel 

VIII Festival  "I Dioscuri"
VII Festival  "I Dioscuri"
VI Festival  "I Dioscuri"
V Festival  "I Dioscuri"
IV Festival  "I Dioscuri"
III Festival  "I Dioscuri"
II Festival  "I Dioscuri"
I Festival  "I Dioscuri"

Siti amici


"Città di Agrigento"

5° Torneo "Città di Agrigento"
Trofeo "Vigata"
23 - 24 - 25 agosto 2019
1° - REIMANIS Ritvars
2° - SANTAGATI Alessandro
3° - MALY Alexey 

4° Torneo "Città di Agrigento"
24 - 25 - 26 agosto 2018
1° - PISACANE Pietro
2° - MARZADURI Riccardo
3° - SANTAGATI Alessandro

3° Torneo "Città di Agrigento"
25 - 26 - 27 agosto 2017

1° - GROMOVS Sergejs
2° - SANTAGATI Alessandro
3° - VIELA Marco

2° Torneo "Città di Agrigento"
26 - 27 - 28 agosto 2016

1° - GILEVYCH Artem
2° - IMBURGIA Giuseppe
3° - VARRIALE Luca

1° Torneo "Città di Agrigento"
6 - 7 - 8 novembre 2015
1° - SANTAGATI Alessandro
2° - FURNARI Francesco
3° - IMBRAGUGLIA Fabio

Regolamenti

Selezione dei principali regolamenti che regolano il Gioco degli Scacchi in Italia

Archivio storico

Anni Ottanta e Novanta

Vincenzo Nestler

Modulistica

Iniziamo... a fare sul serio. L’Apertura

Hai appena finito di imparare come si muovono i pezzi o forse è da tempo che giochi e solo adesso vuoi iniziare a capirne qualcosa di più…eccoci qui, davanti la scacchiera, muove il bianco…sì ma cosa muove? “Quale mossa faccio? Forse un pedone vale l’altro, o perché no, sposto il pedone in h4 così poi posso portare a spasso la mia torre facendola uscire da h3”…forse vi è già capitato di avere questi pensieri per la testa, o forse no, ma se siete qui adesso è perché volete vederci chiaro!

Bè ogni mossa di una partita di scacchi è importante e determinante tanto quanto l’ultima, pertanto è necessario sapere fin dall’inizio quali mosse fare. Voglio darvi oggi qualche dritta su quali mosse effettuare all’inizio della partita, il tutto lasciando sempre spazio libero alla vostra immaginazione.

Parliamo di “apertura”. Per apertura intendiamo generalmente la prima fase della partita, l’insieme delle prime 10-15 mosse di entrambi i giocatori. In apertura è importante cercare di seguire alcuni princìpi che ci aiutano a mantenere il controllo del gioco e ad evitare di entrare in una posizione di svantaggio, a prescindere da chi abbiamo davanti.

  1. Sviluppare i pezzi leggeri.
    Per pezzi leggeri intendiamo generalmente alfieri e cavalli. Dovremmo cercare di portare in gioco prima possibile tali pezzi perché saranno necessari per le fasi successive della partita. E’ opportuno per il momento non esporre le torri e la donna, le quali potrebbero subire attacchi dalla cavalleria nemica consentendo all’avversario uno sviluppo più rapido.

  1. Controllare il centro.
    Il centro è costituito dalle case e4-d4-e5-d5. E’ importante che le nostre mosse d’apertura siano prevalentemente mirate al controllo del centro della scacchiera; esso infatti costituisce un importante crocevia per il transito dei nostri pezzi (e di quelli avversari) e il suo controllo ci garantisce ottime possibilità di attacco e di difesa.

  1. Arroccare.
    Quanto prima dovremmo cercare di portare al sicuro il nostro Re. Non è saggio lasciarlo al centro della scacchiera; sarebbe facilmente attaccabile da diverse direzioni e difenderlo è veramente un’impresa ardua.

  1. Portare in comunicazione le torri in prima traversa.
    Durante il mediogioco sarà importante utilizzare le torri per attaccare le colonne aperte o semi-aperte. E sarà altrettanto importante che entrambe si difendano l’una con l’altra per gran parte della fase iniziale della partita.

diagramma 1

Nel diagramma il bianco ha completato l’apertura - Abbiamo fatto finta per il momento che il giocatore nero non abbia mai mosso, o abbia mosso sempre il cavallo da b8 a c6 e da c6 a b8.

Insieme a questi fondamentali principi, devo darti alcuni consigli altrettanto importanti:

Sbrigati a completare lo sviluppo!

L’apertura è una sorta di gara a chi completa per primo lo sviluppo dei propri pezzi. Il primo che riesce a completare lo sviluppo è generalmente il primo che riesce ad attaccare e quindi quello con maggiori chance di vittoria. Per questo devi essere anche disposto a lasciare che l’avversario catturi qualcuno dei tuoi pedoni purchè questo ti consenta uno sviluppo più rapido.

Cerca di non muovere due volte lo stesso pezzo!

Come avrai capito guadagnare tempo, o perlomeno cercare di non perderne, è fondamentale, in apertura più che nel resto della partita, per iniziare ad attaccare il re nemico. Se muovi più volte lo stesso pezzo, vuol dire che non stai muovendo gli altri, ovvero stai ritardando lo sviluppo, il che può diventare deleterio per il prosieguo della partita.

Muovi i tuoi pezzi sinergicamente!

Cerca di non limitare il movimento dei tuoi pezzi mettendone altri davanti, questo ti farebbe perdere del tempo perché saresti costretto a muovere più volte i pezzi “ingombranti” per fare spazio.

diagramma 2

Come puoi vedere dal diagramma muovendo prima il pedone in d4 e poi l’alfiere in e3, impediamo all’alfiere campo chiaro di svilupparsi rapidamente, saranno necessarie almeno altre 2 mosse (spostando nuovamente l’alfiere campo scuro oppure ad esempio prima il pedone in g3 e poi l’alfiere campo chiaro in g2) per sviluppare il pezzo.

Ti accorgerai che puoi portare a termine questi obiettivi in centinaia di modi differenti. Ognuna di queste combinazioni di mosse, del bianco e del nero, prende un nome diverso, a seconda dell’apertura fatta. Ti accorgerai che non tutte le aperture obbediscono strettamente a questi principi. Ricordati infatti che nel gioco degli scacchi – e forse il bello è anche questo – non ci sono regole rigorose, così come non è sempre vero che la torre è più forte dell’alfiere, ti capiterà qualche volta di dover muovere più volte il cavallo in apertura o di restare con il re non arroccato. Ma solo con l’esperienza imparerai a valutare quanto queste situazioni potranno essere più o meno vantaggiose.

“Bene! Ho fatto quello che mi hai detto, e adesso? Quale pezzo muovo?”

A questo punto…hai completato l’apertura, ci troviamo nel meraviglioso mondo del mediogioco…ma magari di questo te ne parlerò un’altra volta.

Per qualsiasi dubbio o curiosità sarò felice di rispondere ai vostri commenti. Alla prossima!

Commenti   

0 #2 Carmelo 2016-03-05 17:22
Complimenti!!! L'articolo idoneo e molto utile per i neofiti degli scacchi!
Citazione
0 #1 Silvio Licata 2016-03-03 05:33
Complimenti! Articolo molto chiaro e utilissimo per i principianti. Forse, Alfonso, articoli di questo tipo meriterebbero una "Rubrica dedicata" rivolta ad un target specifico. Poi ne parliamo.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

5 x Mille

Live rating FIDE - FSI
AG
Elenco dei giocatori di scacchi agrigentini tesserati alla FSI con Elo FIDE.
1 giugno 2019


Giocatori attivi Ag


STORICO 
Non attivi dal 1993 ad oggi


 Le New della FSI
Le New del Comitato Scacchistico Siciliano

Biblioteca


Entra in Biblioteca

Materiale per lo studio e il divertimento. Ad uso e consumo dei soci regolarmente iscritti alla nostra Associazione.



Questa è un'autentica Chicca che, probabilmente, a molti non dirà nulla, ma per noi dell'Associazione "Leonardo" questo corso di scacchi di Roberto Messa e Maria Teresa Mearini rappresenta molto, sia dal punto scacchistico che affettivo. Le illustrazioni sono di Filippo Vetro che, con il suo mitico Pedoncio, allieta la lettura di questo bel libro.


Pedoncio

Login